ULTIME NOTIZIE

PELLEGRINAGGIO A ROMA

Un pellegrinaggio a Roma emozionante e costruttivo. Dal 10 al 12 novembre, cinquanta persone delle parrocchie dell’Unità Pastorale Interparrocchiale di Castiglione Falletto, Gallo, Grinzane Cavour, Serralunga, Sinio e Valle Talloria, hanno preso parte all’iniziativa organizzata da Riccardo Oggero. La visita alla “Città Eterna”, ai Musei Vaticani, alla Cappella Sistina, è stata impreziosita dalla Santa Messa in San Pietro, concelebrata da don Sergio con alcuni sacerdoti,  e dalla partecipazione all’udienza generale del mercoledì con Papa Francesco. Una grande opportunità vissuta in prima fila per prendere ispirazione dall’entusiasmo e dalla vitalità del Pontefice che ci invita sempre a guardare avanti per un futuro di pace e serenità. L’organizzatore Riccardo Oggero riassume così la tre giorni: «Dopo i primi due giorni di visite, il 12 dicembre siamo arrivati in Vaticano alle 7 di mattina. Siamo riusciti a sederci nelle prime file e, sotto una leggera pioggia, la piazza si è riempita in poco tempo. Alle ore 10 Papa Francesco ha iniziato il suo giro di saluti alla folla dalla “Papa mobile”, sotto il sole. Tra sorrisi, mani tese, foto e preghiere le emozioni hanno preso il sopravvento. Durante il suo intervento parlato, il silenzio era religioso e le sue parole sono state preziose per tutti noi. Vedere Papa Francesco da vicino ci ha molto emozionati. Ringrazio Don Sergio Montoya per la guida spirituale ed i partecipanti per lo spirito con cui hanno vissuto questa indimenticabile esperienza».

STORIA ORGANO DEL GALLO

“Nella celebrazione dei divini misteri ha notevole importanza la musica sacra” (Benedizionale, 1478). “L’organo poi è tenuto in grande onore nella Chiesa latina; esso infatti, accompagnando i canti e...
Read more

VENDITA GAZANIE PER GLI AMICI DELL’AFRICA A CF

Domenica 13 aprile i ragazzi di Castiglione che frequentano la scuola primaria e secondaria di primo grado di Barolo sono stati promotori dell’iniziativa per la vendita di Gazanie.
Il ricavato è stato devoluto all’Associazione “AMICI DELL’AFRICA” per la costruzione a Barei nel Benin di orfanotrofi e scuole allo scopo di aiutare la popolazione locale, in particolare i bambini.
E’ stato un bel gesto di solidarietà da parte dei nostri ragazzi! Bravi!

RICORDO DI DON BRUNO

Il Canonico don Bruno Giovanni era nato a Canale novant’anni fa, il 2 agosto del 1923.

In seminario dimostrò sempre profonda passione per gli studi e la conoscenza dei testi letterari. In gara per la lettura di sempre più numerose opere, era definito uno dei tre “classici”; ed il confronto e le discussioni animavano i dibattiti fra quei chierici maggiormente appassionati di cultura[1].

Fu ordinato sacerdote qui in Cattedrale da Mons. Grassi il 29 giugno del 1946.

Iniziò la sua prima esperienza di vicecurato a Cortemilia in San Pantaleo[2], dove vi rimase fino al 1958, e poi per quatto anni a Vezza d’Alba[3], dove aveva anche retto come «Amministratore parrocchiale» la comunità vacante, in attesa dell’esito del concorso – a cui aveva partecipato – per la nomina del nuovo parroco[4].

Lasciata la parrocchia di Vezza d’Alba, proseguì il suo servizio pastorale a Canale, come cappellano a San Bernardino[5], dove gli permise di iniziare ad accompagnare i pellegrinaggi a Lourdes, rivelando le sue doti di ottima guida e di profondo conoscitore della cultura.

In seguito al ritiro di don Mario Moscone per problemi di salute, rendendo vacante la parrocchia[6], don Bruno Giovanni veniva nominato – a 38 anni – parroco della parrocchia di Maria Vergine Immacolata a Gallo Grinzane.[7] Dovette tralasciare la sua passione per l’accompagnamento dei pellegrinaggi – con prospettive di promozioni anche nazionali – ed occuparsi della suo nuovo incarico ministeriale.

Nella realtà pastorale di Gallo, variegata e di periferia, che aveva trovato nella sua nuova parrocchia, sentiva lo scarto tra i suoi studi e le sue letture – che mai abbandonò – con le richieste della gente, che lo ricercava per quei problemi che caratterizzano quotidianamente la vita pastorale e che nel contempo distraggono dal lavoro intellettuale. Nel tentativo di offrire la propria preparazione letteraria alla comunità, non sempre aveva trovato adeguato coinvolgimento alla sua proposta.

I rapporti con lui oscillavano dalla più cordiale e squisita amabilità ai momenti imprevedibili di animoso dissenso per diversità di vedute.

Per oltre quarant’anni offrì il suo ministero pastorale di parroco alla parrocchia di Gallo, condividendo gioie e dolori, fatiche e speranze, con la comunità affidatagli dalla provvidenza. La sua rinuncia al ministero di parroco[8], la sua nomina a canonico del Capitolo della cattedrale di Alba ed il suo definitivo ritiro nella struttura di Rodello per problemi di salute, segnarono l’ultima parte della sua vita, divisa tra la cura per la sua salute sempre più cagionevole, le sue amate letture e la preghiera continua per la sua gente, che ancora fino agli ultimi giorni è andata a trovare il suo vecchio parroco don Bruno.

Ha chiuso la sua esistenza terrena a 54 anni esatti dalla sua unica nomina a parroco, datata agli inizi del marzo del 1962, per far ora ritorno nella sua nativa Canale.

don Francesco Mollo, Vicario Zonale

 


[1] I tre “Classici” erano don Bruno Giovanni, don Bertoldi e don Capriolo.

[2] Nomina a Vicecurato a Cortemilia, San Pantaleo, il 26 giugno 1947.

[3] Nominato Vicecurato a Vezza d’Alba, l’ 8 novembre 1953.

[4] Il nuovo parroco, nominato in seguito al Concorso, fu don Cesare Battaglino.

[5] Nomina a cappellano “beneficiato” di San Bernardino a Canale, il 1° gennaio 1958.

[6] Don Mario Moscone si ritirava per problemi di salute, dalla parrocchia di Gallo, per un intervento chirurgico ad un polmone.

[7] Nominato parroco della Parrocchia di Maria Vergine Immacolata, Grinzane Cavour, fraz. Gallo, il 1° marzo 1962.

[8] La rinuncia a parroco è del 1° settembre 2000.

CARNEVALE A CASTIGLIONE FALLETTO

Il Carnevale è da sempre la festa dei bambini, ma coinvolge anche gli adulti.
Anzi, si potrebbe dire che è un modo per i grandi di ritornare bambini, allegri
e spensierati. Anche quest’anno i bambini di Castiglione (una quarantina),
si sono trovati nel salone per festeggiare il Carnevale. Un grazie particolare
a tutte le mamme che hanno preparato la merenda.

VISITA PASTORALE DI MONS. VESCOVO ALLA NOSTRA VICARIA

Domenica 2 marzo ’14

Ore 16.00: Gallo. VESPRI d’inizio Visita, con tutti I fedeli delle parrocchie della Vicaria.

Venerdì 28 marzo ’14

Ore 18.30: Bossolasco. Incontro del Vescovo con i giovanissimi e cresimati, preghiera e cena insieme

Sabato 5 aprile ’14

Ore 15.30: Ricca d’Alba. Incontro del Vescovo con i Sindaci e gli Amministratori della vicaria della langa.

Lunedì 7 aprile ’14

Ore 21.00: La Morra. Incontro vicariale con tutti i cantori delle parrocchie

Domenica 11 maggio ’14

Ore 18.00: Gallo. Celebrazione Eucaristica e  Confermazione

Martedì 13 maggio ’14

Ore 15.30: Sinio. Messa e incontro con la Gioventù Accumulata.

Ore 15.30: Serralunga. Incontro con i catechisti dell’Unità Pastorale.

Mercoledì 14 maggio ‘14

Ore 9.00: Gallo. Santa Messa feriale.

Ore 10.00: Gallo, Grinzane, Valle Talloria. Visita agli ammalati.

Ore 17.30: Gallo. Incontro con i cresimandi e ragazzi delle medie.

Giovedì 15 maggio ‘14

Ore 10.00: Gallo. Incontro con i bimbi della Scuola dell’Infanzia Maria Josè

Venerdì 16 maggio ‘14

Ore 10.00: Serralunga, Castiglione, Sinio. Visita agli ammalati.

Ore 21.00: Castiglione. Incontro con i membri dei Consigli e Collaboratori

Sabato 17 maggio ‘14

Ore 16.00: Grinzane. Celebrazione Eucaristica e Confermazione

Ore 18.00: Valle Talloria. Celebrazione Eucaristica e Confermazione

Domenica 18 maggio ‘14

Ore 10.00: Sinio. Celebrazione Eucaristica e Confermazione

Ore 11.30: Castiglione Falletto.Celebrazione Eucaristica e Confermazione

Sabato 24 maggio ‘14

Ore 18.00: Diano. EUCARESTIA CONCLUSIVA della visita Pastorale con tutte le Parrocchie

Domenica 25 maggio ‘14

Ore 9.00: Serralunga. Celebrazione Eucaristica e Confermazione

NASCITA DELL’UNITA’ PASTORALE

Il 1 novembre del 2006 è nata la nostra unità pastorale.  Sei comunità parrocchiali a cui venne chiesto di camminare insieme. Comunità che inizialmente non avevano avuto molte occasioni...
Read more